COME FARE LA DIAGNOSI SULLA SCHEDA ELETTRONICA DELLA CALDAIA

Per controllare se è guasta una scheda elettronica di una caldaia si deve eseguire la diagnosi utilizzando un tester.

Vedi come funziona un tester

come-si-controlla-la-tensione-220-volt-su-scheda-elettronica-caldaia

Nella figura sopra c'è un esempio di misurazione tensione (in questo caso si rilevano 230 volt) posizionando il tester su 600 volt (corrente alternata) e puntando poi i puntalini sulle viti di fissaggio fili elettrici L (fase)di colore marrone, ed N (neutro) di colore blu. Questa è la prima verifica importante da fare.

come-fare-la-diagnosi-sulla-scheda-elettronica-delle-caldaie

Per esempio nella foto raffigurata è possibile notare una scheda elettrnica dove troviamo un connettore di colore verde al quale sono collegati 2 fili di colore marrone e blu (alimentazione elettrica). Prima di tutto bisogna posizionare il tester sui 600 volt e misurare /verificare la polarità con i suoi due puntalini. Bisogna misurare una tensione che varia dai 220 e i 240 volt. (F = fase , N = neutro) Se è invertita la fase ed il neutro la caldaia si accende per soli 10 secondi (tempo di sicurezza e poi entra in stato di blocco), in questo caso sarà sufficiente invertire fase neutro per risolvere il problema.

Una volta verificato che la scheda è stata correttamente alimentata dai 220 volt, dobbiamo fare i controlli restanti : apriamo l'acqua calda ad un qualunque miscelatore o rubinetto della nostra abitazione. A questo punto verifichiamo che il flussometro, flussostato o membrana sanitaria (a seconda del tipo di caldaia) abbia dato il consenso alla scheda, e misuriamo la tensione sui fili elettrici presenti sulla scheda che sono in diretto collegamento con il circolatore, stessa cosa facciamo con il ventilatore. Verifichiamo infine la continuità sulle sonde aventi un contatto aperto-chiuso (sonda limite di temperatura), poi le sonde ntc (che abbiano il giusto valore ohmnico) e infine verifichiamo il corretto funzionamento di tutti i restanti componenti elettrici che ricevano tensione dalla nostra scheda.

In genere se sui cablaggi uscenti dalla scheda non si ha 220 volt significa che la scheda è guasta ma per precauzione è consigliato escludere ogni dubbio eseguendo tutti i controlli ai componenti appena elencati.

Vedi come controllare il funzionamento del termostato ambiente o cronotermostato direttamente sulla caldaia (in questo caso il controllo/misurazione avviene sui due fili grigi posizionati sui morsetti 3 e 4.

Ovviamente se vediamo un segno di bruciatura sulla scheda con visibile pista interrotta è chiaro che è guasta.

Alcune schede dispongono di un fusibile che a volte si brucia, potete controllarlo con il tester in posizione di continuità.

Se hai verificato che la scheda è guasta e non hai la possibilità di acquistarne una nuova -> Vedi prezzi schede elettroniche o circuiti elettronici per caldaie

Se invece vuoi tentare di ripararla puoi rivolgerti a noi vedi Riparazione della scheda elettronica per caldaie

Per maggiore informazioni Vedi i componenti di accensione caldaia

Vuoi postare una domanda tecnica su Forum caldaie ?

Aggiungi commento

Posta qui le tue richieste, aggiungi un tuo commento, consiglio, idea per migliorare il servizio

Codice di sicurezza
Aggiorna

Questo sito web usa i cookies. Usa i cookies per gestire alcune funzionalità, quali navigazione, autenticazione, commenti, etc. Utilizzando il nostro sito web, accetti l'utilizzo dei cookies.